top of page
  • Paolo Savoia

๐—ฃ๐—ฅ๐—ข๐—š๐—˜๐—ง๐—ง๐—”๐—ฅ๐—˜ ๐—œ๐—Ÿ ๐—–๐—ข๐— ๐—™๐—ข๐—ฅ๐—ง ๐—–๐—ข๐—ก ๐—š๐—Ÿ๐—œ ๐—œ๐— ๐—ฃ๐—œ๐—”๐—ก๐—ง๐—œ

"๐—ต๐—ฎ" ๐—ฝ๐—ฎ๐—ฟ๐—ผ๐—น๐—ฒ ๐˜€๐—ถ๐—ฎ๐—บ๐—ผ ๐—ฏ๐—ฟ๐—ฎ๐˜ƒ๐—ถ ๐˜๐˜‚๐˜๐˜๐—ถ


Quanto parlare di comfort...


Finito ormai, perchรจ trito e ritrito il tema dell'efficacia dell'isolamento termico, la parola piรน inflazionata ora รจ comfort. Ci sono anche altre "parole" di moda, ma concentriamoci su questa.


Ecco, il problema รจ che di comfort si parla, ma non si danno numeri.


Ognuno dice la sua, ma dice. Non da numeri. Ma รจ "giusto cosรฌ", le parole sono opinabili, i numeri no. Un po' come al bar, ognuno ha opinioni, ma non porta mai con se numeri (teorici, ipotetici, monitorati).


Eppure รจ maledettamente "semplice". Esiste una norma sul comfort dal 1997, derivante da un lavoro enorme fatto scienziati olandesi (Fanger ed altri).


La norma UNI EN ISO 7730, bastata sugli studi sopra citati, esprime relazioni matematiche su:

๐˜ฟ๐™ž๐™จ๐™˜๐™ค๐™ข๐™›๐™ค๐™ง๐™ฉ ๐™œ๐™ก๐™ค๐™—๐™–๐™ก๐™š , legato a macro parametri quali temperatura, umiditร , abbigliamento, attivitร  metabiloica, e temperatura media operante

๐˜ฟ๐™ž๐™จ๐™˜๐™ค๐™ข๐™›๐™ค๐™ง๐™ฉ ๐™ก๐™ค๐™˜๐™–๐™ก๐™š, legato a correnti d'aria, differenza verticale di temperatura dell'aria tra testa e caviglie, pavimento troppo caldo o troppo freddo, asimmetria radiale.


Alcuni parametri sopra dipendono dagli occupanti (metabolismo ed abbigliamento), altri dagli edifici (temperatura superficiale delle pareti/infissi), e tutti gli altri dagli impianti.


๐—ข๐—ฟ๐—ฎ ๐—บ๐—ถ ๐˜€๐—ถ ๐—ฑ๐—ถ๐—ฐ๐—ฎ ๐˜๐˜‚๐˜๐˜๐—ผ ๐—บ๐—ฎ ๐—ป๐—ผ๐—ป ๐—บ๐—ถ ๐˜€๐—ถ ๐—ฑ๐—ถ๐—ฐ๐—ฎ ๐—ฐ๐—ต๐—ฒ ๐—ด๐—น๐—ถ ๐—ถ๐—บ๐—ฝ๐—ถ๐—ฎ๐—ป๐˜๐—ถ ๐—ป๐—ผ๐—ป ๐—ฐ๐—ฟ๐—ฒ๐—ฎ๐—ป๐—ผ ๐—ฐ๐—ผ๐—บ๐—ณ๐—ผ๐—ฟ๐˜. E non lo dico io, lo dice Fanger e tutta la scienza che ci sta dietro. Ah no, non lo dice, numericamente lo descrive!

Certo, il loro ruolo รจ minore, forse, negli edifici giร  confortevoli termoigrometricamente, ma fidatevi... non รจ per nulla marginale! Anche perchรจ, certi clienti, sono molto esigenti.


Come fare quindi per smettere di recitare mantra altrui, essere inconsapevolmente schierati per una o un'altra soluzione tecnica, smettere di parlare ed iniziare a dare i numeri giusti, o quanto meno anche solo a capire davvero i parametri che scientificamente influiscono sul comfort?


Nell'attivitร  sportiva mi รจ giร  capitato di togliermi la cintura nera e rimettermi quella bianca, per poi ritornare, dopo un lungo percorso di allenamenti e studi a rimettere la nera.


Anche nella professione รจ cosรฌ. Ci si accorge che "ha parole siamo bravi tutti" ma quello a cui dobbiamo ambire sono risposte numeriche derivanti prima da calcoli predittivi e successivamente monitoraggi di riscontri in cantiere / laboratorio.


Progettare per ottenere il comfort deve essere la missione. Tipicamente l'isolamento termico che tanto tutti apprezziamo รจ una conseguenza della ricerca del comfort. Ma sugli impianti, e lo dico essendo ben consapevole di essere ancora un principiante dell'argomento, di strada da fare ce n'รจ tantissima.


Quali impianti permettono di variare, migliorando, il comfort?


Beh, se guardiamo i parametri in gioco, solo gli impianti radianti permettono di aumentare il comfort in maniera attiva! Non ci sono parole, non ci si scappa. Chi dice il contrario dovrebbe dimostrarlo.


Attenzione, non sto assolutamente dicendo che gli impianti radianti siano i soli impianti da utilizzare. Nella progettazione, che per me รจ un insieme di compromessi (economici, funzionali, architettonici, gestionali, prestazionali etc) le scelte dei terminali di emissione possono far orientare, come succede molte volte anche a me, su diverse tipologie.


Il comfort inoltre lo puoi anche progettare. Giร  perchรจ avendo le basi scientifiche ed i giusti strumenti di calcolo, puoi anche far vedere al tuo committente come gli interventi proposti miglioreranno il comfort, o meglio gli potrai dire di quanto lo faranno! Ti pare poco?


Ah sia chiaro, la VMC non รจ in discussione.

Non parliamo qui di qualitร  dell'aria ai fini del comfort o IAQ. La VMC รจ imprescindibile per garantire una corretta qualitร  dell'aria (se fatta bene, con componenti di qualitร  e correlata ad una buona tenuta all'aria).


Sulla VMC a breve novitร . Partirร  un corso termotecnico sulla comprensione, progettazione, monitoraggio di questi impianti aeraulici. Un per-corso completo di mille approfondimenti di chi, da 10 anni, progetta, tocca con mano, "sperimenta", misura, bilancia, monitora questi impianti.


Nell'attesa puoi trovare molto materiale di spessore, non "le solite parole", sulla VMC nel mio libro a questo link https://www.paolosavoia.com/libro dove puoi trovare anche diversi stralci pubblicati da autorevoli riviste del settore (@Agenzia CasaClima, @ANIT, @CTI).


Di comfort negli impianti ne ho parlato, in un corso che mi piace chiamare "๐—–๐—ฎ๐—ฝ๐—ถ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ด๐—น๐—ถ ๐—ถ๐—บ๐—ฝ๐—ถ๐—ฎ๐—ป๐˜๐—ถ ๐—ฒฬ€ ๐—บ๐—ฒ๐—ด๐—น๐—ถ๐—ผ ๐—ฐ๐—ต๐—ฒ ๐—ฝ๐—ฟ๐—ผ๐—ด๐—ฒ๐˜๐˜๐—ฎ๐—ฟ๐—น๐—ถ", un corso a 360ยฐ sull'impiantistica, dalla normativa, alla relazione involucro-impianti, all'approccio termotecnico per finire agli approfondimenti sui sottosistemi di emissione, regolazione, distribuzione, accumulo, generazione e impianti di ventilazione.

Sotto alcune slide di questo corso in cui parlavo di comfort e di UNI EN 7730. Di corsi dove si affrontano questi aspetti ne trovi davvero pochi.


L'indice di questo ed altri corsi lo trovi qui https://www.paolosavoia.com/corso-online


Chiedimi il codice sconto per questo ed altri corsi, sarรฒ ben lieto di fornirtelo!







51 visualizzazioni0 commenti
Post: Blog2_Post
bottom of page