top of page

🎯AZZURRO O VERDE ACQUA?

Aggiornamento: 10 gen

➡️In foto due recuperatori, generosi e per questo molti efficienti (tanto da essere l'unità di ventilazione ancora tra le migliori presenti qui nonostante abbia i suoi anni) di colori diversi.

Quale scegliere?

Quello azzurro o quello verde acqua?

➡️Quello verde acqua é un recuperatore solo sensibile ❄️☀️, quello azzurro é entalpico 💦.

➡️Quest'ultimo regola anche l'umidità, ovvero d'estate parte dell'umidità esterna non viene immessa in casa e d'inverno parte dell'umidità interna non viene espulsa fuori, garantendo in "teoria" una miglior costanza dell'umidità, più bassa d'estate e più alta d'inverno.

Le abitazioni🏠 dotate di impianto di ventilazione meccanica, tendono infatti ad avere umidità maggiori all'interno d'estate e minori d'inverno rispetto ad abitazioni ventilate manualmente (siccome manualmente si ventila meno, il risultato è questo).


Il recuperatore entalpico sembrerebbe quindi migliore, sempre. Tuttavia costa di più (ma non richiede lo scarico di condensa), ha maggiori perdite di pressione e ha una minore resa sensibile (se vuoi sapere quanto e come, lo scoprirai leggendo il mio libro, edito per Maggioli, in uscita ad ottobre).


Siccome ho imparato che la teoria è corretta fino a che non incontra la pratica, sto facendo delle valutazione oggettive su alcuni casi studio, per verificare puntualmente quanto sia la resa sensibile e latente dei due diversi tipi recuperatori in contesti abitati 🏠👨‍👩‍👦 e non in laboratorio🔎.


ATTENZIONE: dal 29 aprile 2024 riparte una nuova edizione del mio per_corso sulla ventilazione meccanica controllata: dai singoli componenti, agli approfondimenti che non ti aspetti, al calcolo normativo, al progetto completo.

Per info e per il codice sconto riservato ai miei contatti contattami.


Clicca qui per il programma del corso.


Se ti piace metti un like ai miei social 🤙e condividi.


245 visualizzazioni2 commenti

2 Comments


Buongiorno Ing. Begheldo, le ho inviato una mail.

Nel clima padano, dove tipicamente opero, quando faccio montare l'eltalpico lo scarico condensa lo faccio tappare, in accordo con le istruzioni del produttore. Personalmente a casa ho una vmc con entalpico (scelto per mancata possibilità di scarico condensa) che non fa una goccia d'acqua d'inverno (l'ho controllato più di una volta al risveglio durante freddi notti).


Sotto le riporto estratti da manuali di alcuni 3 produttori che utilizzo:

- produttore 1: Se l'unità è dotata di uno scambiatore entalpico,l'umidità dell'aria estratta viene in parte trasferita all'aria fresca d'immissione. In questo caso non è presente alcuna condensa da scaricare dall'unità. In presenza di uno scambiatore entalpico, non è pertanto necessario alcun sifone a…

Like

Salve Ing. Savoia, sono Michele Begheldo e lavoro presso Soler&Palau Ventilation Group dedicatocal segmento della VMC per i marchi S&P e Pluggit. Premetto che sono un tifoso dello scambiatore entalpico e vorrei 8 porle un quesito in merito allo scambiatore entalpico di Core con membrana DuPont: è sicuro che non necessiti l'installazione dello scarico della condensa? Le chiedo questo perché il produttore dello scambiatore non è dello stesso parere e personalmente ho chiesto più volte chiesto a Debbie Clark (Core) e Peter Wieringa (Recair) ma entrambi affermano il contrario.

Se di suo interesse, mi piacerebbe confrontarmi con lei su alcuni aspetti e risultati di test eseguiti in laboratorio.

Grazie per l'attenzione e mi auguro di incontrare presto, cordialità.


Michele Begheldo


Like
bottom of page